Contenuto principale

News

 

Diretti verso un “coaching framework” in tema di Arti marziali per le persone disabili

 

Si è tenuto a Oxford nel mese di ottobre 2017 il terzo incontro del Progetto europeo PRIME (Participation, Recreation and Inclusion through Martial Arts Education) – WKSI ne è partner, ICSSPE il lead partner. L’obiettivo generale del progetto è quello di sviluppare un quadro di insegnamento adeguato che faciliti la partecipazione delle persone con disabilità alle arti marziali in Europa.

L’incontro è stato funzionale a fare l’inventario di ciò che è stato fatto finora e dei prossimi passi da intraprendere verso la definizione di un quadro di insegnamento adattato in tema di arti marziali per le persone con disabilità. Un’occasione per i partner per interagire, fare formazione e discutere su come individuare le competenze necessarie agli allenatori in questo campo.

Dallo scambio è emerso che un quadro di insegnamento affidabile si può ottenere attraverso

  • la raccolta e l’analisi di dati qualitativi,
  • l’esame attento dei documenti di settore a disposizione,
  • il riuso proficuo delle metodologie di apprendimento esistenti,
  • il richiamo alle buone pratiche in materia di sport,
  • la conduzione di test pilota con organizzazioni di arti marziali nazionali e internazionali per quanto riguarda l’aspetto pratico.

Tutti requisiti necessari a dare forma a un quadro adattato di alta qualità. Cintando ICCE, un Coaching Framework dovrebbe essere flessibile ma allo stesso tempo deve basarsi su quattro colonne portanti:

1. Pratica di Insegnamento;

2. Competenze degli allenatori;

3. Sviluppo della metodologia di insegnamento; e

4. Qualifica e Riconoscimento degli allenatori.

Il materiale sviluppato deve avere inoltre un linguaggio accessibile e chiaro per garantire la massima divulgazione: il sito di PRIME darà un enorme contributo in questo senso, fornendo risorse a cui tutti possono accedere facilmente, come video, foto e contenuti semplici da usare.

A marzo 2018 i partner di PRIME saranno ospiti della WKSI: li aspettiamo a Roma!

 

 

Il progetto PRIME e le arti marziali per le persone con disabilità

 

Si è tenuto a maggio 2017 a Dublino il secondo incontro del progetto europeo PRIME (Participation, Recreation and Inclusion through Martial Arts Education) – WKSI ne è partner. L’obiettivo generale del progetto è quello di sviluppare un quadro di insegnamento adeguato per facilitare la partecipazione delle persone con disabilità alle arti marziali in Europa.

L’incontro ha rappresentato un’occasione per discutere gli aspetti generali del progetto e per fare una panoramica dell’avanzamento delle attività.

Nei mesi di aprile e maggio i partner di progetto si sono impegnati a condurre una serie di interviste rivolte a tre target group, ovvero tecnici sportivi che insegnano arti marziali alle persone con disabilità, persone disabili che praticano arti marziali e persone disabili che non praticano arti marziali.

Le interviste sono state successivamente inoltrate a ICSSPE, il capofila di progetto, che si sta occupando dell’elaborazione e dell’estrapolazione dei dati scientifici.

I risultati emersi sono interessanti, in particolare per quanto concerne il gruppo di “Artisti marziali”. Il punto cruciale riguarda come adattare le arti marziali alle persone con disabilità: la comunicazione è alla base della buona riuscita dell’insegnamento e dell’allenamento e ciò che si deve tenere a mente quando si costruisce un quadro di insegnamento sportivo è che arte marziale inclusiva significa adattare l’insegnamento alle diverse tipologie di disabilità.

I dati raccolti dai partner sono ancora in fase di elaborazione. L’obiettivo ultimo è quello di redigere un modello da includere nel Quadro europeo delle qualifiche.

Il prossimo incontro PRIME si tiene ad Oxford il 9 e il 10 ottobre 2017.

 

 

WKSI e la nuova dimensione europea

 

WKSI – Wadokai Shin Gi Tai Italia, nel mese di marzo 2017, si è vista protagonista di due importanti eventi europei nel campo dell’insegnamento delle arti marziali per l’integrazione delle persone con disabilità. L’associazione è infatti partner nei progetti Erasmus+ PRIME – Promotion, Recreation and Inclusion through Martial Arts e Deporte Inclusivo Europeo – Key Action 1, Youth.

Il 9 e il 10 marzo la nostra associazione ha preso parte all’incontro di lancio del progetto PRIME che si è tenuto a Berlino alla presenza di tutti i rappresentanti delle organizzazioni coinvolte. Il progetto fa leva su un ampio partenariato composto da ICSSPE (Berlino, Germania), il capofila del progetto, TAFISA, associazione internazionale per lo sport per tutti, ICCE (Leeds, Inghilterra), UNESCO Chair (Tralee, Irlanda), insieme a WKSI, Disability Karate Federation (Oxford, Inghilterra), International Taekwondo Federation (Edimburgo, Scozia), Hayashi Karate Center e.V. (Schiffweiler, Germania).

Il progetto mira in generale a sviluppare un quadro di insegnamento adeguato per facilitare la partecipazione alle arti marziali delle persone con disabilità in Europa. In questa fase di partenza si vogliono comprendere le motivazioni e le barriere per le persone disabili interessate a praticare arti marziali. La WKSI svolge attività di indagine e raccolta dati sul campo, interagendo direttamente con gli atleti disabili e con i tecnici che insegnano ad atleti disabili, così che successivamente il capofila ICSSPE possa rielaborare dati realistici per iniziare a definire il quadro per la prima qualifica accreditata a livello europeo di operatore per lo sport inclusivo.

Contestualmente all’incontro di lancio del progetto PRIME, e più precisamente dal 6 al 12 marzo 2017, la WKSI è stata presente a Espera (Spagna) con una delegazione di atleti speciali per partecipare all’evento del progetto Deporte Inclusivo Europeo. La rappresentativa composta da 20 atleti disabili e non, in qualità di partner italiano del Club Anpehi, capofila delprogetto, è stata presente nel territorio spagnolo della Provincia di Cadiz per una serie di dimostrazioni di Boxe e Arti Marziali Integrate e Adattate volte a sensibilizzare istituzioni pubbliche e private. Evento clou della settimana il Galà benefico e il V Torneo Internazionale di Arte Marziale Integrata e Adattata, che si sono svolti sabato 11 marzo con la partecipazione di oltre 400 atleti provenienti da Spagna, Italia e Marocco.

Il progetto, che si conclude il 30 aprile 2017, ha come obiettivo principale quello di migliorare la qualità della vita e l’inclusione sociale dei giovani con disabilità attraverso lo sport, sviluppando inoltre nuove competenze attraverso l’apprendimento non formale. Con tutto il materiale audiovisivo raccolto durante l’esecuzione del progetto si intende realizzare un video documentario che mira a sensibilizzare ulteriormente istituzioni pubbliche, scolastiche e sportive sulle buone pratiche diffuse dallo sport integrato. Lo stesso materiale sarà caricato anche sulla Piattaforma di diffusione Erasmus+.

Con la partecipazione attiva in questi due progetti Erasmus + nel campo dello Sport, la WKSI si proietta in una dimensione tutta europea, contribuendo concretamente alla realizzazione e alla diffusione dello Sport per Tutti.

 

 

Swiss Summercamp Wado Ryu 2015

 

Swiss Summercamp Wado Ryu 2015...presente anche per questo anno la delegazione italiana della Wado-Kai Karate Do Shin Gi Tai Italia.

Al seminario tecnico internazionale, magistralmente diretto dal Maestro Roberto Danubio 7 dan JKF of Wadokai coadiuvato da Alessandro Danubio Sensei e Eveline Danubio Sensei, rispettivamente VI e V dan Japan Wadokai, che si è svolto dal 5 al 10 luglio nella stupenda cornice dello Sportzendrum Kerenzerberg, oltre alla nostra delegazione, composta da sei tecnici e due atleti, hanno partecipato wadoka provenienti da Canada, Finlandia, Germania, Svezia, Ungheria e naturalmente Svizzera. Segno del grande interesse che si sta sviluppando intorno a questo evento che ha oramai assunto la connotazione di un appuntamento internazionale per gli estimatori dello stile.

Cinque giorni all'insegna di un ottimo Wado Ryu e del consolidamento dei principi tecnici che muovono lo stile hanno arricchito enormemente il bagaglio tecnico dei partecipanti che già hanno prenotato per il prossimo anno per assicurarsi uno dei cinquanta posti disponibili.

Al termine del seminario si sono svolti gli esami di dan della JKF of Wadokai ai quali hanno partecipato con successo i nostri tecnici Maurizio Paradisi e Giuseppe Carloni. La strada è tracciata...percorrerla sarà un continuo accrescimento!!!

Si aggiungono così altri successi per la Wado-Kai Karate Do Shin Gi Tai Italia che sotto la guida tecnica del Maestro Roberto Danubio, continua il suo percorso coronato da grandi risultati tecnici.

Il prossimo appuntamento con il Maestro Roberto Danubio si terrà a Roma, dal 20 al 22 novembre 2015 con il seminario tecnico organizzato dalla Wadokai Karate Do Shin Gi Tai Italia…vi aspettiamo!!!

Foto Summercamp 2015

 


 

Tokyo 2015...La WADOKAI KARATE DO SHIN GI TAI ITALIA nel ghota del Wado-Ryu tradizionale


La settimana a cavallo tra fine gennaio e inizio febbraio 2015 si è svolto a Tokyio il Seminario Tecnico della JKF of Wadokai. Presente una nostra delegazione composta dai maestri Maurizio Paradisi e Giuseppe Carloni, rispettivamente Presidente e Segretario Generale della Wadokai Karate Do Shin Gi Tai Italia.

Il tempo di sbarcare all'aeroporto di Narita, dove ci attendeva il Maestro Roberto Danubio, nostro Tutor Tecnico e organizzatore della presenza in Giappone di più delegazioni occidentali, lasciare le valige in hotel ed eccoci pronti per il primo allenamento nel Dojo di Takagi Sensei. Ore di intenso lavoro condiviso con karateka provenienti da Austria, Germania, Olanda, Inghilterra, Russia, Svezia, Svizzera, Ungheria, e naturalmente dal Giappone, hanno fatto in modo di amalgamare come in un unico corpo i presenti permettendo a tutti di lavorare in armonia e di gestire al meglio la visibile emozione.

Nei giorni successivi l'allenamento si sposta nel Budokan, la Casa delle Arti Marziali, e si intensifica con due sessioni giornaliere di circa 4 ore ogni una dirette da Takagi Sensei coadiuvato da Shimura Sensei e Kato Sensei. Di giorno in giorno, di ora in ora tra sudore e continue emozioni si arriva ai giorni del Seminario Tecnico ufficiale...ed eccoli lì, i referenti della JKF of Wadokai...tutti schierati con Arakawa Sensei di fronte al gruppo dei karateka pronti per il saluto e pronti a "rapire" con lo sguardo ogni piccolo movimento, ogni piccolo gesto tecnico che verrà espresso nelle ore successive.

Takagi Sensei, Yanakita Sensei, Sonoda Sensei, Shimura Sensei, Kato Sensei, Shinohara Sensei sono solo alcuni dei maestri presenti al Seminario e che non lesinano di allenarsi in fila con tutti gli altri elargendo preziosissimi consigli tecnici sul come realizzare e sviluppare al meglio le tecniche proposte...faremo tesoro dei loro consigli...spenti i riflettori sul Seminario Tecnico Internazionale della JKF of Wadokai, si torna a casa con la consapevolezza di aver intrapreso il percorso giusto...la via è ancora lunga, ma sapremo affrontarla al meglio...

Un sentito ringraziamento va al Maestro Roberto Danubio che ci ha permesso di vivere e sviluppare questa fantastica avventura...Il nostro prossimo appuntamento? A maggio 2015 con il Seminario Tecnico diretto da Danubio Sensei e Kohata Sensei...ARIGATO GOZAI MASHITA!!!

 

Foto Tokio 2015

 


 

IMPORTANTE:  ARRIVATA LA CONVOCAZIONE UFFICIALE AL CAMPIONATO DEL MONDO WADOKAI - NAGOYA 2015... LA WADO-KAI KARATE DO SHIN GI TAI ITALIA PRESENTE!!!

 


 

La Wado-Kai Karate Do Shin Gi Tai Italia presente a Kerenzeberg in Svizzera per il SummerCamp Internazionale della WadoKai.

 

Organizzato dalla Karate Shule Renshin Kan presso il Sportzendrum Kerenzemberg (CH), centro sportivo immerso nel verde delle montagne svizzere, si èsvolto con grande successo dal 20 al 25 luglio 2014, il Seminario Internazionale di Karate WadoRyu diretto da Roberto Danubio Sensei VII dan della Japan Karatedo Federation of Wadokai.

Un evento indimenticabile pieno di emozioni che ha coinvolto oltre 40 Wadoka provenienti dalla Germania, dal Lussemburgo, dall’Austria, dalla Svizzera e naturalmente dall'Italia, con una delegazione della Wado-Kai Karate Do Shin Gi Tai Italia, composta dal M° Maurizio Paradisi, dal M° Giuseppe Carloni, dai tecnici M° Marco De Astis, M° Simone Burigo Simoes e dagli atleti Germana Barigelli e Graziano Panaro.

Ancora una volta la WadoKai in campo internazionale risuona per l'alta caratura tecnica ed organizzativa proposta dai sui Maestri. Un evento di alto profilo tecnico dove il M° Danubio, con i suoi assistenti, non si sono risparmiati nella spiegazione dei principi dello stile e nelle dimostrazioni tecnico-pratiche che hanno lasciato ad Allievi e Maestri presenti indicazioni tecniche utili allo sviluppo dello stile fondato dal Gran Maestro Hironori Otsuka.

Si aggiungono altri successi per la Wado-Kai Karate Do Shin Gi Tai Italia che sotto la guida tecnica del Maestro Roberto Danubio, continua il suo percorso coronato da grandi risultati tecnici.

Al termine dell'evento c'è stato un emozionante scambio di saluti con tutte le delegazioni, con la promessa di organizzare al più presto altri incontri di alto profilo tecnico.

Il prossimo appuntamento si terrà a Roma, dal 17 al 19 ottobre 2014 con il seminario tecnico organizzato dalla Wadokai Karate Do Shin Gi Tai Italia e diretto dal M° Roberto Danubio. In occasione dello stesso si svolgeranno, per la prima volta in Italia, gli esami di dan riconosciuti dalla Japan Karatedo Federation of Wadokai.

 

Foto evento 

 


 

2 MARZO 2014 GIORNATA NAZIONALE DELLO SPORT INTEGRATO

 

“Lo sport integrato abbatte le barriere del pregiudizio”

 

Un successo la seconda giornata nazionale dello sport integrato interamente organizzata, finanziata e realizzata dal CSEN  con il patrocinio della Regione Lazio, di Roma Capitale, dei Municipi VIII e X di Roma Capitale, del CONI e del CIP (Comitato Italiano Paralimpico). 14 le Regioni d’Italia coinvolte con 30 eventi in calendario. Uno dei tre eventi in programma a  Roma, realizzato presso il Palazzetto Sporting Roma  di via Giacomo Brogi 80, ha visto la presenza di circa quattrocento persone che sono accorse per vedere i tanti atleti con disabilità e non, cimentarsi nelle discipline del Karate, Boxe e Savate presentate dalle Società Sportive Wado-Kai Karatedo Shin Gi Tai Italia, Tellene ssd, Asd Judo Preneste, Ass. Petali di Rose, e l’Asd Bushido Tivoli, Boxing Club Fiumicino. Presente alla giornata anche la Consulta della Disabilità del Municipio IX.

 

Lo sport non conosce barriere.

 

Ad aprire l’evento il Maestro MAURIZIO PARADISI referente Nazionale per il CSEN Sociale e il Presidente del Municipio VIII ANDREA CATARCI.

 

 

Dopo la cerimonia del saluto iniziale, tutti gli atleti del settore karate, disabili e non, coordinati dal M° GIUSEPPE CARLONI e dal Tecnico M° MARCO DE ASTIS, si sono schierati per eseguire delle tecniche di base denominate khion,  riscontrando nel palazzetto un’ attenzione particolare da parte di tutto il pubblico.

 

Successivamente l’atleta su sedia a rotelle RAFFAELLA FULGARI svolge una dimostrazione di kata, forme di karate e tecniche di difesa personale insieme al M° MARCO DE ASTIS.

L’atleta FEDERICO ANTONUCCI , autistico, svolge un kata e lo vede protagonista insieme ad una cintura nera di karate, GRAZIANO PANARO, nell’ eseguire diverse combinazioni di karate (sanbon kumite).

 

Si susseguono sul tatami, iniziando dalle dimostrazioni di forma, l’atleta ipovedente FRANCESCO MESCHINI che esegue anche tecniche di difesa personale con l’aiuto dell’atleta GREGORIO PETRUCCI; a seguire l’atleta ALESSIO TURRIZIANI, con esecuzioni di forma e difesa con l’apporto del M° GIUSEPPE AMATO, tutto l’evento è circondato dallo sguardo attento dei bambini e del numeroso pubblico presente.

 

Conclusa la parte del karate ha preso il via la dimostrazione di SAVATE con la M° VALENTINA PERINI e FABRIZIO GILIMBERTI con disabilità motoria, insieme svolgono tecniche di combattimento, a seguire i tecnici ENZO MORUZZI e LUCIANO RONDINELLA coadiuvati dall’instancabile VALENTINA RONDINELLA, con i loro atleti disabili, ANNARITA CICCOLINI, ANTONIO FUNICELLO, MAURIZIO APICELLA, FRANCESCO D’ACCARDI, STEFANO BARBONESI, ALESSANDRA DI VINCENZO, LINDA ISCAKI, ELVIO BIAGINI, RENATO LANZIROTTI e LUCIANO PEDONE,  dimostrano al pubblico diverse attività legate alla boxe: pre – riscaldamento con diverse abilità motorie e pugni su guanti protetti.

 

La manifestazione pregna di una forte carica emotiva, ha dimostrato che insieme è possibile e che lo sport può abbattere le barriere del pregiudizio. Indelebili nelle nostre menti rimarranno i sorrisi di tutti i ragazzi e la grande soddisfazione di aver partecipato alla manifestazione tutti insieme. Questo sport, collocato nel territorio, nei suoi punti di buon sviluppo è sinonimo di crescita culturale ed è capace di favorire l’inclusione sociale. 

 

L’evento, proseguito fino alle ore 19:00, si è concluso con una gara di karate che ha visto protagonisti circa 150 bambini dai 5 ai 12 anni in rappresentanza di 15 Società Sportive.

 

 Foto 2 marzo 2014 


 

SEMINARIO JKF WADOKAI GENNAIO/FEBBRAIO 2014

 

Tra fine gennaio ed inizio febbraio si è realizzato ad opera della JKF of WADOKAI un seminario tecnico internazionale a Tokio. Wadoka da tutto il mondo hanno raggiunto la capitale del sol levante per partecipare ad uno degli appuntamenti più importanti del mondo del Wado Ryu. Appuntamento al quale la Wado-Kai Karatedo Shin Gi Tai Italia non ha voluto rinunciare inviando come rappresentante il M° Giuseppe Carloni, che raggiungendo il nostro Consigliere Tecnico M° Roberto Danubio, ha potuto godere degli allenamenti tenuti dai “guru” del Wado Ryu. Ore di pratica con Maestri del calibro di Takagi, Arakawa e molti altri hanno permesso agli astanti di affinare le tecniche e di lavorare alla ricerca della perfezione del gesto tecnico. Tecniche che il M° Carloni ha fedelmente riportato ai tecnici e agli atleti della Wado-Kai Karatedo Shin Gi Tai senza lesinare nulla permettendo agli associati di innalzare le proprie competenze ed il proprio bagaglio tecnico…una unica promessa…il prossimo anno saremo molti di più all’evento internazionale di Tokio.

 

Articolo Japan Wado-Kai 


  

 

Foto 2 marzo 2014