Insegnanti tecnici

La WKSI – JKF Wado-kai è una grande comunità di praticanti, istruttori e maestri che opera in un orizzonte internazionale, favorendo scambio, confronto e condivisione della conoscenza.

Maurizio Paradisi

Nato nel 1961, ho conseguito la cintura nera nel 1982 con i maestri Ivo De Santis e Yutaka Toyama.

Giuseppe Carloni

Nato nel 1967, ho conseguito la cintura nera nel 1985 con i maestri Ivo De Santis e Yutaka Toyama.

Giuseppe Serino

Classe 1963, ho conseguito la cintura nera nel 1985 con i maestri Ivo De Santis e Yutaka Toyama.

Alfredo Cassia

Nato nel 1958, con i maestri Ivo De Santis e Yutaka Toyama ho conseguito la cintura nera nel 1980.

Massimo Maroni

Classe 1955, cintura nera dal 1985. Oltre al karate, mi occupo di jujutsu, Tambo jutsu e Aiki Jutsu.

Roberto Di Rocco

Classe 1966, karateka dal 1976 e cintura nera dal 1985. Sono maestro di karate ed educatore sportivo.

Luigi Francella

Nato nel 1959, ho conseguito la cintura nera nel 1985 con i maestri Ivo De Santis e Yutaka Toyama.

Stefano Rossi

Nato nel 1959, cintura nera dal 1980, ho studiato con i maestri Ivo De Santis e Yutaka Toyama.

Laura Rosella

Classe 1976, atleta di sport karate prima, poi studiosa del tradizionale, sono cintura nera dal 1992.

Marco De Astis

Classe 1971, allenatore ed educatore sportivo, sono il referente WKSI per il karate e lo sport inclusivo.

Riccardo Rita

Nato nel '71, allenatore ed educatore sportivo, ho conseguito la cintura nera nel 1984 con Yutaka Toyama.

Marco Mutascio

Classe 1958, maestro di karate, ho iniziato a praticare nel 1987 e conseguito la cintura nera nel 1993.

Dojo aderenti alla WKSI – JKF Wado-kai

Maurizio Paradisi Maurizio Paradisi
Roma • San Lorenzo, Rinnovamento

 

Giuseppe CarloniGiuseppe Carloni
Roma • Portuense

 

Giuseppe SerinoGiuseppe Serino
Roma • Trullo

 

Alfredo CassiaAlfredo Cassia
Roma • Monteverde

 

Massimo MaroniMassimo Maroni
Roma • Poggio Ameno

 

Roberto Di RoccoRoberto Di Rocco
Roma • Piazza Bologna, Casalotti

Luigi FrancellaLuigi Francella
Roma • Poggio Ameno

 

Stefano RossiStefano Rossi
Roma • Poggio Ameno

 

Laura RosellaLaura Rosella
Roma • Trullo

 

Marco De AstisMarco De Astis
Roma • Fonte Meravigliosa, Spinaceto

 

Riccardo Rita
Albano Laziale • Cecchina

 

Marco MutascioMarco Mutascio
Milano • Rottole

WKSI – Wadokai Karatedo Shin-Gi-Tai Italia

Japan Karatedo Federation Wado-kai – branch n° 4242004

Wado-ryu Karatedo

Il Wado-ryu è uno stile giapponese che unisce i principi del karate e del jujutsu. Wado-ryu significa Stile della Via della Pace/Armonia.

JKF Wadokai

La più importante organizzazione internazionale di Wado-ryu, fondata nel 1934 da Hironori Otsuka, con oltre 850.000 iscritti nel mondo.

Abili al karate

Abili al Karate è il progetto permanente della WKSI sul karate inclusivo. Affinché i benefici del karate siano davvero per tutti.

Associazione WKSI

Branch della Japan Wado-Kai. L’unica, in Italia, riconosciuta e autorizzata dalla più grande federazione internazionale di Wado-ryu.

Statuto del Budo

Attraverso l'allenamento fisico e mentale, il praticante sviluppa carattere, capacità di giudizio e spirito di collaborazione.

Int. Instructors Seminar 2018

Un workshop di tre giorni condotto da Roberto Danubio, 7th JKF Wadokai, rivolto esclusivamente agli istruttori di karate. Nella Città Eterna.

Laboratorio Wadokai

Workshop mensile per tutti gli amanti del Wado-ryu sul curriculum tradizionale Japan Wado-kai e sul kumite sportivo.

Summer Camp WKSI

Tre giorni nel Parco Nazionale d'Abruzzo, il primo weekend di giugno, immersi nella natura, nel relax e nel Karate Wado-ryu.

Swiss Summer Camp

Un'intensa settimana di karate tradizionale in una bellissima struttura affacciata sui monti svizzeri, frequentata dai wadoka di tutto il mondo.

Seminari internazionali

L'apertura, il confronto e lo scambio di informazioni sono sempre stati alla base di ogni progresso. E il karate non fa eccezione.

WKSI in Giappone

L'Italia del Wado ha di nuovo un filo diretto col Giappone. La WKSI è invitata ogni anno al quartier generale Wado-kai a Tokyo.

Riccardo RitaInsegnanti tecnici