News

Verso la meta. Il modello PRIME per l’insegnamento delle arti marziali per le persone disabili

Il 22 e il 23 marzo 2018 il Progetto europeo PRIME (Participation, Recreation and Inclusion through Martial Arts Education) è stato ospite della WKSI a Roma, scelta come sede del quarto workshop di progetto. WKSI è un partner PRIME, mentre ICSSPE il lead partner. L’obiettivo generale del progetto è quello di sviluppare un quadro di insegnamento adeguato che faciliti la partecipazione delle persone con disabilità alle arti marziali in Europa.

L’incontro è stato un momento importante di condivisione per illustrare lo stato dell’arte nella definizione del modello formativo adattato in tema di arti marziali e per consentire ai partner di fornire il proprio contributo e i propri suggerimenti.

Durante la prima giornata di lavoro, ICSSPE ha presentato quanto elaborato successivamente all’analisi dei dati qualitativi e all’esame attento delle metodologie e dei documenti di settore esistenti, ovvero una bozza di modello formativo che avrà la funzione di servire da documento di orientamento per i coach.

Nella mattinata del 23 marzo la WKSI ha invitato i partner ad assistere a una dimostrazione pratica di Wado-ryu Karate-do, il risultato di mesi di lavoro dei tecnici dell’associazione – Giuseppe Carloni, Marco De Astis, Laura Rosella e Maurizio Paradisi – con tre allievi disabili di altissimo livello, Federico, Simone e Francesco, che hanno dato prova tangibile di quanto le arti marziali possano rafforzare la persona dal punto di vista sia motorio sia psicologico.

La mattinata si è conclusa positivamente con l’intervento del maestro Alessandro Aquino, tecnico Swiss Wado-kai e responsabile del Karate adattato per la Swiss Karate Federation, che ha fornito al progetto suggerimenti utili sulla metodologia di insegnamento alle persone affette da disabilità.

A conclusione, si è ribadito ancora una volta che il materiale sviluppato deve avere un linguaggio accessibile e chiaro, nonché essere conciso nei contenuti per garantire la massima divulgazione e utilizzo da parte dei coach di tutta Europa. Il sito di PRIME, ancora in fase di allestimento, darà un enorme contributo in questo senso, fornendo anche risorse come video, foto e contenuti semplici da usare.

A giugno 2018 i partner di PRIME si incontreranno a Edimburgo per l’ultimo workshop di progetto.

 

Riccardo RitaVerso la meta. Il modello PRIME per l’insegnamento delle arti marziali per le persone disabili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *